Il Territorio

La natura del terreno sul quale sono impiantati i vitigni assume un’importanza fondamentale, il suolo infatti è in grado di influenzare notevolmente la qualità e lo sviluppo della coltura, in virtù della sua specifica composizione chimica vulcanica.

La vite dunque ha trovato nella zona di Selva di Montebello il suo habitat naturale. Il merito va soprattutto alla composizione ed alla conformazione del terreno. Le colline risalgono al primo periodo del Terziario, all'Eocene, e la loro nascita è contemporanea a quelle delle Alpi, come riflesso agli imponenti movimenti e scorrimenti degli strati geologici e ai corrugamenti che hanno dato luogo alla cerchia alpina. L'altezza delle colline non supera i 300/350 metri, (oltre questa quota la Garganega difficilmente potrebbe prosperare).

uva testIl terreno è formato, in gran parte, da basalti e tufi terrosi basaltici di origine vulcanica. Le rocce talvolta sono durissime con strutture macrocristalline, (pensiamo ai famosi basalti colonnari della cava di San Marco che ora possiamo ammirare soltanto in fotografia; un patrimonio di grande importanza geologica, quasi unico in Europa), ma spesso sono a consistenza tufacea e ferrosa.

Queste ultime, facilmente friabili e aggredibili dagli agenti atmosferici, costituiscono la parte preponderante del rilievo collinare. C'è solo un'isola calcarea di circa metri 600 per 300 nella zona est, all'altezza di metri 100, zona chiamata “Creari”. Sono terreni riccamente dotati di fertilità chimica naturale, generalmente privi di carbonato di calcio, ricchi di ferro, potassio e fosforo, sali che danno all'uva quella ricchezza di zuccheri e di sostanze aromatiche che si riscontrano poi nei vini.

La zona gode di un clima temperato caldo (20 °C), con estate tendenzialmente calda, umida e con modeste escursioni termiche. Le precipitazioni annuali sono abbondanti (intorno ai 1200mm) e distribuite prevalentemente nel periodo invernale – primaverile. Durante la stagione vegetativa cadono in media dai 350 ai 630 mm di pioggia ma di recente si sta assistendo ad annate piuttosto siccitose.